Italia riVoluzionaria!

Alla fine arrivò. E fu una riVoluzione ordinata, silenziosa, ignorata dai media e dai potenti. Ignorata al punto che tanti, tra i potenti, appunto, non se ne sono nemmeno accorti. Se ne accorgeranno, pian piano. D’altronde, chi ha la testa china a contare il denaro difficilmente s’accorge del volo di una poiana, degli odori della primavera o del suono dell’acqua che scorre. Se ne accorgeranno, prima o poi. Qualcuno glielo dirà: la finanza che bussa in ufficio o il sorriso del suo “povero” ed insignificante vicino, oggi Senatore della Repubblica. E l’abbiamo fatta insieme… milioni di persone normali. L’abbiamo fatta con una matita! Con i libri e con le idee… Ed a quel comico, quel tale Grillo, io sarò eternamente grato… mai avrei sperato di poter essere così felice. Mi sentivo un folle a credere che le cose potessero cambiare. Un folle a pensare che questo mondo non fosse l’unico possibile. Ce ne sono altri, pensavo e penso. Tanti! Meravigliosi. Sono i mondi della civiltà, della bellezza, delle emozioni, dell’arte e della cultura, della sensibilità… Quanto care mi sono queste cinque stelle!

Annunci